Patrizia Maestri nominata nella Commissione Lavoro. Insieme a lei l’ex Ministro Cesare Damiano

Cesare Damiano

La deputata di Parma: “Creare occupazione è la prima emergenza del Paese”.
E firma subito una mozione: “Soldi finiti per cassaintegrati e ammortizzatori in deroga”.

La deputata di Parma Patrizia Maestri farà parte della XI Commissione permanente dedicata al Lavoro. Nel primo pomeriggio di oggi è arrivata la comunicazione ufficiale firmata dal capogruppo Pd alla Camera, Roberto Speranza.

Una scelta che ha premiato l’esperienza della Maestri su questo tema, maturata in più di 27 anni all’interno del mondo sindacale.

“Il lavoro è la prima e più urgente emergenza cui dobbiamo fare fronte – commenta la Maestri –. Servivano persone competenti, pronte a partire immediatamente con lo studio e la proposta di interventi concreti, sono lieta di potermi confrontare all’interno della Commissione con altri deputati Pd come l’ex Ministro del Lavoro Cesare Damiano o Luisa Gnecchi”.

Quale primo atto da componente della Commissione Lavoro, la Maestri ha siglato la mozione parlamentare che chiede al Governo di “assumere ogni iniziativa utile, con urgenza, per assicurare – spiega la Maestri – la copertura finanziaria degli ammortizzatori in deroga necessari per tutto il 2013”.

“Sta per scoppiare un’emergenza sociale e nessuno lo sa – continua la deputata –: da maggio in poi potrebbero non esserci i soldi per pagare gli ammortizzatori sociali in deroga e, stante la conferma di un ulteriore arretramento del Pil nazionale, non sono più sufficienti le risorse per chi è già stato ammesso nel 2012 agli strumenti ordinari, come Cassa integrazione e mobilità. Solo a Parma parliamo di 1.576 persone in Cig, per capirci”.

“Col protrarsi della crisi economica, oggi ci servirebbe come l’aria allargare le competenze della Commissione speciale nata per dare risposte ai 130mila esodati rimasi senza un euro di sostegno. Una sorta di super pool attivo anche sul tema di tutti gli ammortizzatori sociali e nel recupero delle risorse per dare reddito a centinaia di migliaia di persone in tutt’Italia agganciate a questi strumenti, ordinari e in deroga”.

La crisi del lavoro riguarda tutti, senza distinzioni di parte. A maggior ragione la Maestri stigmatizza il comportamento dei deputati grillini: “Vorrei vedere i deputati a 5 Stelle darsi meno da fare per occupare il Parlamento e leggere la Costituzione, e più impegnati in proposte di collaborazione per risollevare il nostro Paese”.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>