Manovra. Maestri (PD): “Aspetto di leggere il testo ma serve uno sforzo aggiuntivo sulla previdenza”

La deputata Pd commenta le anticipazioni alla legge di bilancio 2017

“Non voglio avventurarmi in giudizi azzardati perché una valutazione sulla prossima legge di bilancio, l’ultima della legislatura, dovrà essere fatta puntualmente sui contenuti e non solo sui titoli di copertina. Da una prima analisi rilevo positivamente l’impegno per la decontribuzione delle assunzioni a tempo indeterminato per i giovani e gli incentivi fiscali per gli investimenti delle imprese. Bene anche lo stanziamento delle risorse necessarie per il rinnovo dei contratti del Pubblico Impiego, fermi da dieci anni, e per il contrasto alla povertà. Sulle pensioni ritengo invece sarà necessario uno sforzo aggiuntivo”.

Queste le parole della deputata Pd Patrizia Maestri, componente della Commissione Lavoro della Camera.

“L’impegno del governo ad allargare la platea dei beneficiari dell’Ape Sociale (che non ha costi per i beneficiari) correggendo anche le cause che hanno portato il temporaneo rigetto di alcune istanze, introducendo anche specifiche disposizioni per favorire l’uscita anticipata per le donne, è positivo ma non basta e anche per questo rinnoveremo la richiesta di stoppare l’incremento automatico dell’età pensionabile che dovrebbe decorrere dal 2019” – ha spiegato – “Non dobbiamo infine dimenticare che occorrerà rifinanziare gli ammortizzatori sociali per non lasciare soli i lavoratori di quelle aziende che ancora sono di difficoltà o in ristrutturazione”.

 

“Dobbiamo immettere nuova forza nel mercato del lavoro, agevolando l’ingresso dei giovani e l’uscita delle persone più anziane: solo così potremo intercettare appieno la ripresa economica e migliorare la produttività del nostro sistema industriale. La legge di bilancio è l’ultima opportunità per dare una svolta al Paese: in Parlamento lavoreremo con questa finalità per migliorare e rafforzare le proposte del Governo, pur in un quadro di risorse contenute”.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>