Maestri: “Accelerare la legge sullo “ius soli” per gli sportivi stranieri”

“L’intervento dei dirigenti di alcune società calcistiche della nostra provincia mi trova assolutamente concorde: è impensabile che per far giocare un ragazzo debbano essere prodotti così tanti documenti, si tratta di un ostacolo immotivato e illogico che la legge approvata a gennaio dalla Camera si propone di risolvere”. È questo l’intervento della deputata parmigiana Patrizia Maestri (Pd) in merito alle difficoltà in ambito sportivo riguardanti giovani stranieri residenti sul nostro territorio e alla soluzione in via di elaborazione a livello governativo.

Il 14 gennaio 2015 la Camera dei deputati ha infatti approvato a larga maggioranza la legge sullo “ius soli sportivo” che consente il tesseramento dei minori stranieri residenti in Italia, con le stesse procedure previste per il tesseramento dei cittadini italiani, alle società sportive  appartenenti alle federazioni nazionali, alle discipline associate o alle associazioni ed enti di promozione sportiva. La norma si applica ai minori di 18 anni che risultano regolarmente residenti nel territorio italiano almeno dal compimento del decimo anno di età. Il tesseramento rimarrebbe comunque valido anche al compimento della maggiore età e fino al completamento delle procedure per l’acquisizione della cittadinanza italiana

“Purtroppo i tempi del Parlamento spesso non coincidono coi tempi della società e pertanto, da gennaio, la legge è ferma al Senato per l’approvazione definitiva. Mi risulta che la Commissione assegnataria ne abbia concluso l’esame il 30 settembre scorso per cui auspico che la proposta possa essere portata all’esame dell’Aula quanto prima, considerato anche il fatto che la stessa non produce alcun onere per lo Stato ma semmai un significativo alleggerimento burocratico”.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>