Legge di bilancio 2018. Gli emendamenti di Patrizia Maestri

DETRAZIONE “BADANTI”

Dopo il comma 684, aggiungere il seguente:

  1. Al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 sono apportate le seguenti modificazioni: All’articolo 15, comma 1, lettera isepties) le parole: « 2.100 euro » sono sostituite dalle seguenti: « 3.000 euro »; all’articolo 10, comma 2 le parole: « lire 3.000.0000 euro » sono sostituite dalle seguenti: « 2.500 euro ». Alle minori entrate derivanti dal presente comma, pari a 100 milioni di euro, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all’articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.

 102-ter. 27. Patrizia Maestri.

NASPI LAVORATORI STAGIONALI TURISMO

Dopo il comma 65, aggiungere il seguente:

65-bis. Con riferimento agli eventi di disoccupazione verificatisi a decorrere dall’anno 2017 e limitatamente ai lavoratori con qualifica di stagionali dei settori produttivi del turismo e degli stabilimenti termali, la durata della NASpI, calcolata ai sensi dell’articolo 5 del decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22, viene incrementata del 35 per cento. In ogni caso, la durata della NASpI corrisposta in applicazione del primo periodo non può superare il limite massimo di quattro mesi. Agli oneri derivanti dal presente comma, valutato in 57 milioni di euro per l’anno 2018 e in 78 milioni di euro a decorrere dall’anno 2019, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per interventi strutturali di politica economica di cui all’articolo 10, comma 5, del decreto-legge 29 novembre 2004, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2004, n. 307.

16.97. Patrizia Maestri, Arlotti, Marchetti.

RIPRISTINO CIGS IMPRESE CHE CESSANO

Dopo il comma 81, è aggiunto seguente:

81-bis. Al comma 1, lettera b) dell’articolo 21 del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 148 dopo le parole: « a decorrere dal 1o gennaio 2016 » sono aggiunte le seguenti: « e fino al 31 dicembre 2017 ». Agli oneri derivanti dal primo periodo del presente comma, valutati in 50 milioni di euro a decorrere dall’anno 2018, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo sociale per occupazione e formazione, di cui all’articolo 18, comma 1, lettera a), del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009 n. 2.

21.11. Patrizia Maestri.

PROROGA CIGS IMPRESE CHE CESSANO

Dopo il comma 81, aggiungere il seguente:

81-bis. Dopo il comma 4 dell’articolo 21 del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 148 è aggiunto il seguente: « 4-bis. L’intervento di integrazione salariale straordinaria di cui al comma 4 può essere autorizzato, sino ad un limite massimo di sei mesi ed entro il limite di spesa di 50 milioni di euro anche per

ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021. A tal fine il Fondo sociale per occupazione e formazione, di cui all’articolo 18, comma 1, lettera a), del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, è incrementato dell’importo di cui al primo periodo per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021. Agli oneri derivanti dal presente comma, valutati in 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021 si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo sociale per occupazione e formazione, di cui all’articolo 18, comma 1, lettera a), del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009 n. 2 ».

 21.14. Patrizia Maestri.

ADEGUAMENTO PENSIONI DI GUERRA 

Dopo il comma 684, aggiungere il seguente:

684-bis. A decorrere dall’anno 2017 l’importo dei trattamenti pensionistici di cui al decreto del Presidente della Repubblica 23 dicembre 1978, n. 915, e successive modificazioni complessivamente inferiori a quattro volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti, è incrementato del dieci per cento.

Conseguentemente, alla Tabella A, voce Ministero dell’economia e delle finanze, apportare le seguenti variazioni:

2018: – 50.000.000;

2019: – 50.000.000;

2020: – 50.000.000.

102-ter. 26. Patrizia Maestri.

ADEGUAMENTO PENSIONI DI INVALIDITA’ CIVILE

Dopo il comma 684, aggiungere il seguente:

684-bis. A decorrere dal 1 gennaio 2018 l’importo dell’assegno mensile di cui all’articolo 13 della legge 30 marzo 1971, n. 118 è stabilito in euro 300 per tredici mensilità. Alle minori entrate derivanti dal presente comma, pari a 150 milioni di euro, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all’articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.

102-ter. 25. Patrizia Maestri.

RIDUZIONE REQUISITO CONTRIBUTIVO

Al comma 84, lettere a) e b), sostituire le parole: almeno 30 anni con le seguenti: almeno 20 anni.

Conseguentemente, alla Tabella A, voce Ministero dell’economia e delle finanze, apportare le seguenti variazioni:

2018: –50.000.000;

2019: –50.000.000;

2020: –50.000.000.

21-bis. 53. Patrizia Maestri, Albanella, Baruffi, Boccuzzi, Casellato, Damiano, Incerti, Giacobbe, Miccoli.

AGRONOMI 

Al comma 131, aggiungere in fine, le seguenti parole: , anche tramite convenzioni stipulate con gli albi professionali nazionali le cui leggi ordinamentali prevedano lo svolgimento di rilevazioni statistiche.

 * 29. 4. Patrizia Maestri. 

All’articolo 1, comma 291, capoverso ART. 13, comma 7, dopo la parola: nonché inserire le seguenti: ed al terzo comma dell’articolo 23 della legge 11 febbraio 1971 n. 11; dopo le parole: stipulati tra le parti stesse in materia di contratti agrari con l’assistenza inserire le seguenti: , oltreché dei professionisti abilitati dalle rispettive leggi,.

 * 47. 21. Patrizia Maestri.

LAVORATORI SPETTACOLO

Sostituire il comma 645 con il seguente:

  1. L’articolo 6 del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 16 luglio 1947, n. 708, ratificato, con modificazioni, dalla legge 29 novembre 1952, n. 2388, è sostituito dal seguente: « ART. 6. 1. Per le imprese dell’esercizio teatrale, cinematografico e circense, i teatri tenda, gli enti, le associazioni, le imprese del pubblico esercizio, gli alberghi, le emittenti radiotelevisive e gli impianti sportivi, l’obbligo della richiesta del certificato di agibilità di cui all’articolo 10 può essere assolto con comunicazione preventiva da inviare all’INPS tramite sms o posta elettronica o con applicazione digitale dedicata, contenente la matricola INPS del datore di lavoro, il codice fiscale del lavoratore, le date di prestazione programmate e gli orari di inizio delle medesime, l’eventuale richiesta di cancellazione deve essere motivata e inoltrata prima dell’orario di inizio previsto della prestazione medesima. L’obbligo di richiesta del certificato di agibilità o comunicazione preventiva di cui al comma 1 non sussiste nei confronti dei lavoratori assunti con contratto di lavoro subordinato non intermittente qualora occupati nei locali di proprietà del datore di lavoro o di cui questi abbia un diritto personale di godimento. Le medesime imprese, enti e associazioni hanno l’obbligo di chiedere il rilascio del certificato di agibilità di cui all’articolo 10 o in alternativa di inviare la comunicazione preventiva di cui al primo comma per tutti i lavoratori autonomi dello spettacolo appartenenti alle categorie indicate dal numero 1) al numero 14) del primo comma dell’articolo 3 del Decreto legislativo C.P.S. n. 708 del 1947; detto adempimento potrà essere espletato direttamente dai lavoratori autonomi non occasionali, fermo restando l’obbligo di custodia dello stesso a carico del committente. 2. In caso di inosservanza delle disposizioni di cui ai commi precedenti le imprese sono soggette alla sanzione amministrativa di euro 129 per ogni lavoratore e per ogni giornata di lavoro da ciascuno prestata. »

97-bis. 2. Patrizia Maestri, Rampi, Miccoli, Rotta.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>