Lavoro. Patrizia Maestri (PD): “L’avvio dell’Ape volontaria e il raddoppio della tassa sul licenziamento sono buone notizie per i lavoratori”

Soddisfazione della deputata Pd per l’avvio delle misure approvate dal Parlamento nei mesi scorsi

“Con l’avvio dell’Ape volontaria diventa finalmente operativo un ulteriore tassello del lavoro di progressivo scardinamento, radicale ma sostenibile della riforma Fornero. Si introduce nel sistema previdenziale uno strumento di flessibilità importante che consentirà l’uscita anticipata anche a quei lavoratori che non sono rientrati tra le categorie che già hanno avuto accesso all’Ape Sociale. Un’opportunità innovativa che andrà sperimentata con attenzione e monitorata d’intesa con le parti sociali: trattandosi di un prestito e non di un pensionamento anticipato occorrerà infatti verificare che il costo per i lavoratori sia sostenibile e che, al contrario, non si trasformi in un’ulteriore elemento di discriminazione per quelle persone con percorsi di lavoro discontinui e pensioni basse. Da alcuni giorni, inoltre, è pienamente operativo il raddoppio della cosiddetta ‘tassa di licenziamento’ dovuta dalle imprese che avviano procedure di licenziamento collettivo. Si tratta di una delle modifiche più significative introdotte con la legge di bilancio 2018 nel corso dell’esame parlamentare che funzionerà da disincentivo nei confronti dei ‘licenziamenti facili’ e consentirà di reperire maggiori risorse che serviranno a rifinanziare i fondi per gli ammortizzatori sociali (NASpI e CIGS)”.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>