IMU. Maestri (PD): “Dai CAF un grido d’allarme per l’assistenza ai contribuenti. Dal Governo un’attenzione al problema”

La parlamentare democratica Patrizia Maestri ha sollecitato al Governo un’attenzione al problema dell’ “ingorgo fiscale” di fine anno e ha ricevuto rassicurazioni.

 “Nei giorni scorsi la Consulta nazionale dei CAF (centri di assistenza fiscale) ha lanciato l’allarme per l’ingorgo di scadenze fiscali previsto per la fine del 2013, in particolare a seguito della riconosciuta possibilità dei Comuni di deliberare modifiche alle aliquote IMU fino a 30 novembre. Nelle ultime ore il Presidente del Consiglio, Enrico Letta, ha assicurato che la seconda rata dell’IMU sull’abitazione principale non si pagherà: bene! Ma ancora non è dato sapere con certezza con quali risorse verranno ristorati i Comuni del mancato gettito per evitare l’incremento di altre imposte locali o il tagli di servizi ed investimenti. Questo fatto, purtroppo, crea ancora molte incertezze nei contribuenti”.

Così la parlamentare Patrizia Maestri che ha raccolto l’appello dei CAF e si è fatta interprete della problematica verso il Governo.

“Il Vice Ministro del PD, Stefano Fassina, mi ha assicurato massima attenzione alla problematica e che anzi, la strada che si è intenzionati a percorrere è quella di considerare “non sanzionabile” il pagamento effettuato dai contribuenti anche nelle prime settimane del 2014”.

“Sarebbe una risposta sensata e concreta ai problemi dei cittadini, in particolare di quelli più responsabili e attenti. Confido che già nei prossimi giorni” – ha concluso la Maestri – “ la proposta possa essere seriamente valutata e approvata”.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>